Home Page

Benvenuto!

In questo blog puoi trovare articoli pubblicati da me e dai voi lettori.
Se vuoi richiedere una pubblicazione non devi far altro che compilare il modulo presente nella sezione Contatti

Ultimi Articoli

Mi compiaccio che si sta prendendo coscienza della necessità di riformare l’istituto della prescrizione. Non serve un allungamento dei termini di prescrizione ma la totale eliminazione con nella procedura civile o almeno formarla alla sentenza di condanna in primo grado. Causa delle lungaggini giudiziarie è proprio l’aspettativa di prescrizione che alimenta la cavillosità e la temerarietà degli appelli e dei rinvii. Per questi ultimi serve una limitazione ai soli casi di manifesta ingiustizia come si usa in altri stati da vagliare prima dell’accoglimento

Inviato da: Francesco Agostino

Ho la fortuna di essere una libera professionista , inserita in uno studio tecnico di media importanza della Romagna. Ho la fortuna di aver voglia di lavorare, di avere qualcuno che mi ha insegnato a farlo e compagni con cui condividere le fatiche e confrontarsi sull’evoluzione del lavoro. La legislazione tecnica cambia a ritmo vorticoso, legifera lo Stato , la Regione, la Provincia ed il Comune. Ci aggiorniamo in continuazione per rispondere alle domande dei nostri clienti. Purtroppo sempre meno clienti , perchè meno imprenditori e meno privati possono “fare qualcosa”…ed il lavoro deve anche essere meno retribuito perchè vogliamo non essere un peso maggiore rispetto all’intervento per i pochi […]

Inviato da: Francesca Pirini

Salve, Sono una mamma single di 2 bambine, non più piccolissime e sono una vittima della discriminazione sociale italiana sul lavoro. Sarò breve e arriverò dritta al punto. Parlo da donna che si é sempre sacrificata e con il sogno di una carriera, ma purtroppo “penalizzata” dalla situazione privata. Perché? Perché oltre a non avere nessun tipo di agevolazione, perché discriminare queste donne? Donne seriamente bisognose di lavoro, giudicate e viste come delle “minacce” alle quali si sbatte la porta in faccia? Non importa quanto siano preparate. Donne forti pronte a mettersi in gioco per portare a casa la pagnotta e mantenere dignitosamente i propri figli. Le donne come me […]

Inviato da: Margherita

Il lavoro di progettazione per opere gli interventi privati su immobili è calata dal 2012 di circa il 70/80%. Cioè ora è pari, quasi a zero. Il valore degli immobili è sceso mediamente dal 40 al 60% ovunque, ma nonostante ciò gli immobili sono praticamente invendibili. Perchè ? colpa della crisi ? certo, ma colpa anche della tassazione assurda e sopratutto della totale confusione. In principio fu ISI, poi ICI poi IMU, poi TARI, TASI, TARSU, IUC ora si parla di LOCAL TAX o GLOBAL TAX. Inoltre una riforma del catasto potrà far aumentare le rendite attuale del 180% . Oltre a ciò ci sono le addizionali Irpef regionali e […]

Inviato da: Guido

Cara Susanna Camusso ho seguito con interesse il tuo discorso di Roma sul lavoro, ma la domanda sorge spontanea: parlava degli operai Italiani?? O di quelli Sloveni? Visto che tutti i partecipanti del FriuliVeneziaGiulia hanno usato bus Sloveni che come tutti sanno(politici e sindacalisti di tutti gli schieramenti) non versano l’IVA allo stato Italiano e di conseguenza fanno prezzi più bassi e ci portano via il lavoro!! È la legge del mercato, dirà lei, oppure: c’è la crisi è bisogna cercar di ridurre le spese. Sarebbero parole giuste, se a farle fosse Confindustria, non chi va a Porcia(per restare in Friuli) a dire a Elettrolux di non spostare la produzione […]

Inviato da: Francesco

Sono un pensionato ex lavoratore metalmeccanico appartenente all’area del pd e con grande rammarico e costernazione devo constatare che un governo che dovrebbe tutelare chi lavora si abbassa a bastonare degli operai che manifestano pacificamente.Mi assale il dubbio che questo sia un governo che si dichiara di sinistra ma che si serve di strumenti di destra,sia nei fatti che nelle parole.Se questa e’la strada potra’benissimo fare a meno del mio voto.

Inviato da: Alberto Santi

dall’ art. 53 Cost secondo cui Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacita` contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività . Giurate sulla Costituzione, e poi la massacrate persino con la collaborazione del Presidente della Repubblica che dovrebbe esserne il garante principale. Spero diventi presto REATO GRAVE! per fare in modo che i cittadini possano difendersi dallo scempio che ha creato, quando un cittadino non ha diritto alla difesa, si chiama DITTATURA! non democrazia. Perchè non incominciate da questo problema? perchè non si risolve il problema degli esodati? perchè non si pagano i debiti che avete con i cittadini? Perchè Renzi […]

Inviato da: Lrspcs

Ormai siamo al caffè…….. L’Italia è solo l’ombra di quella degl’anni 80/90. A mio modesto giudizio basterebbe poco per farla risorgere più forte di prima, risolvendo due problemi in un colpo solo. Le tasse che paghiamo tutti (o quasi) sono al limite della tolleranza ormai, cominciamo a non farli pagare ai lavoratori ovvero facciamo pagare le tasse sul denaro non speso. Diamo tutto il lordo (togliendo una piccolissima percentuale) in busta paga incentivando a spenderli altrimenti sulla quota dovuta allo Stato si pagheranno le tasse. Spenderli per tutto dal pane alla benzina, dal caffè al lavoro edile, praticamente giustifichiamo le nostre spese con tutto ciò che acquistiamo. In tal modo […]

Inviato da: Dino

I miei complimenti al Premier Matteo Renzi per la sua tenacia in particolare all’interno del Partito . Se posso suggerire consiglierei di dare gli 80 euro erogati nel 2014 e programmati per il 2015 tenendo presente la dichiarazione ISEEU, darebbe maggiore equità al sistema e forse meno oneroso per il Governo.

Inviato da: Francesco

Dopo sedici anni di lavoro artigiano svolto con passione, onestà e sacrifici, sto seriamente valutando l’eventualità di chiudere la mia attività di panetteria e pizzeria. Ho subìto la “botta” finale. In un periodo di assoluta crisi, due zelanti ispettori dell’INPS, sicuramente ligi ai propri doveri, hanno creduto bene di elevarmi un verbale, che sta comportando sanzioni a cascata per oltre 5.000 Euro, per un solo episodio in cui, dopo tre vani tentativi di inserirmi nel sistema informatico, ho rinunciato ad attivare un “voucher” da 50 Euro, mediante il quale mi avvalgo della collaborazione nei pochi giorni di maggiore impegno di una mia giovane nipote. Infatti il mio piccolo esercizio non […]

Inviato da: Sante Fioretti